sliderblog

Nancy Allen dove sei? Come sopravvivere a Carrie 2013

  Grande attesa per il remake di “Lo sguardo di Satana – Carrie” soprattutto dopo che la data di uscita italiana è slittata dal 28 novembre 2013 al 9 gennaio 2014.  La storia è rimasta di base la stessa: un’adolescente sviluppa poteri telecinetici e si vendica contro chi la prendeva in giro, rendendole la vita un inferno. Ovviamente è cambiato leggermente il contesto, adattato ai nostri giorni, con internet e telefonini come strumenti utilizzati per

Aspettando Sanremo 2014

In questi giorni sono usciti i primi nomi che dovrebbero partecipare al prossimo Festival Della Canzone Italiana di Sanremo, condotto anche stavolta da Fabio Fazio con la mitica Luciana Littizzetto come elemento accompagnatore/disturbatore, e si fanno i nomi di Alice, Alex Britti & Bianca Atzei, Annalisa, Arisa, Dolcenera, Giusy Ferreri, il trio inedito formato da Daniele Silvestri + Niccolò Fabi + Max Gazzè, Frankie Hi-NRG, Rapahel Gualazzi, Il Cile, Antonio

Julie London, la donna col sesso nella voce

Per colpa di una strana e fortuita combinazione, un’etichetta europea che si occupa di jazz e musica vintage – la Real Gone – ha messo a disposizione, in due cofanetti da quattro CD ciascuno e a un prezzo ridicolo, i primi sedici album di quest’artista (che da noi non ha mai avuto un grosso seguito se non tra gli appassionati di buona musica): stiamo parlando di Julie London, al secolo

Blue Jasmine di Woody Allen

C’era una volta Jasmine (precedentemente nota come Jeanette). Una ricchissima borghese di Park Avenue, divisa tra l’organizzazione di un evento di beneficenza, un cocktail nella casa degli Hamptons, sedute di shopping, e la venerazione per un marito-genio della finanza (Alec Baldwin), che le ha dato tutto ciò che desiderava. Compresa l’illusione di un futuro roseo, distrutto da una truffa e da una catena di (im)previste azioni e reazioni. C’era una

Festival Internazionale del Film di Roma

Giochi di parole (FIDFDR?) È appena finito il Festival Internazionale del Film di Roma, e già la manifestazione vede una “Spada di Damocle” dondolare sulla propria testa: la possibilità che il neologismo, coniato dal suo direttore Marco Müller, FestAval, possa vedere la luce l’anno prossimo. Un flagello di nomi e aggettivi (l’acronimo? FIDFDR o FIFR…) per qualunque grafico, ufficio stampa, pubblicitario ed enigmista che si rispetti. Ma, in fondo, questa del

Come Pietra Paziente

La parola, oltre a essere la migliora terapia, è la miglior vendetta. Soprattutto quando la società te ne priva, quando ti costringe a una silenzio che monta e si dilata fino a schiacciarti con le spalle al muro. La parola è la chiave della liberazione. Soprattutto quando si ha la (s)fortuna di trovare la magica “pietra paziente”, quella che nella tradizione popolare afghana è il recipiente che assorbe dolori, parole

Gli amanti passeggeri

Essere Pedro Almodóvar oggi è un’impresa non facile. Soprattutto sulle spalle preme il peso del tempo e delle aspettative. Soprattutto quando il desiderio di tornare alla commedia ti batte forte nel cuore ma certi vecchi modelli paradossalmente diventano uno standard troppo alto con il quale misurarsi. Ecco perché con Gli amanti passeggeri chiede a ogni spettatore con una (in)giustificata paura di volare di stringergli la mano e affidarsi a lui.

“Non è finito tutto” una graphic novel a vent’anni dalle stragi mafiose

A vent’anni dalle stragi mafiose che colpirono al cuore l’Italia democratica nel 1992, la Round Robin editrice rende omaggio ai protagonisti di quel tormentato pezzo di storia, con una graphic novel Antonino Caponnetto. Non è finito tutto, per la collana Libeccio, realizzata in collaborazione con l’associazione daSud. Il fumetto, di Luca Salici e Luca Ferrara, con l’introduzione di Andrea Camilleri, è incentrato sulla figura dell’ex Capo Ufficio Istruzione che diventa il simbolo di una città, di un Paese, che si rialza dall’ennesimo schiaffo, dopo le

And the OSCAR goes to...

Ci pensa Michelle Obama a premiare il Miglior Film, Argo, di Ben Affleck, mentre a Daniel Day-Lewis il premio lo consegna Meryl Streep. Quentin Tarantino si porta a casa la statuetta dorata per la Sceneggiatura e siamo al secondo Oscar come Miglior Attore non protagonista per il magnifico Christoph Waltz in “Django Unchained”. Jennifer Lawrence ritira il premio per la Miglior interpretazione femminile con “Il lato positivo” e cade per le scale come già successo