• Home
  • Who ya gonna call? – Ghostbusters Fest per il 30° anniversario

Who ya gonna call? – Ghostbusters Fest per il 30° anniversario

Sembra ieri. E invece era l’orwelliano 1984. Usciva nelle sale cinematografiche una pietra miliare per la nostra generazione, un film stracitato e con una colonna sonora che è indelebilmente incisa nella nostra memoria: Ghostbusters.

GB_logo30th

Se non sapete niente di Ghostb… naaah, non è possibile. Se siete appassionati come me non potrete perdervi la Ghostbusters Fest, due mesi di festeggiamenti che sono iniziati già il 28 settembre col musical e continuano oggi col lancio del blu-ray con i due film restaurati in 4k e ancora proseguirà con una parata speciale durante il Lucca Comics and Games. A completare il tutto il ritorno nei cinema con la versione restaurata per il 18 e 19 novembre prossimi.

ghostbusters-trioLa prima assoluta fu nel lontano 7 giugno del 1984 alla presenza del cast, mentre in Italia bisognerà attendere diversi mesi, con la prima proiezione il 21 novembre dello stesso anno. 30 anni dopo i fan continuano a tenere in vita questo film culto, con un Fanclub organizzato (che potrete incotnrare giorno 1 novembre a Lucca) e tante manifestazioni. Se vorrete in occasione della parata potrete partecipare al “Corso per diventare Acchiappafantasmi”, con tanto di attestato da “Ghostbusters”.

Ghostbusters, che vede tra i suoi protagonisti un gruppo di attori provenienti dalla popolare trasmissione televisiva “Saturday night live”, è il primo vero colossal del paranormale. Una commedia esilarante che racconta la storia di un gruppo di scienziati che decide di aprire a New York un’agenzia di… acchiappafantasmi. L’enorme successo del film è legato allo strepitoso quartetto Dan Aykroyd, Bill Murray, Harold Ramis e Rick Moranis, oltre che a una magnifica Sigourney Weaver. Tale fu il fenomeno Ghostbusters che all’uscita del trailer il numero di telefono dell’agenzia Ghostbusters, che compariva in uno dei frame, venne preso d’assalto: il numero ricevette circa 1000 chiamate all’ora per sei settimane. Chi lo componeva sentiva le voci registrate di Aykroyd e Murray che si scusavano per l’assenza in quanto… a caccia di spettri!

Insomma, ora mi toccherebbe chiudere questo post con una delle battute del film, giusto per finire con la più classica delle banalità… e invece no, lascio che siate voi a dirmi le vostre preferite, mentre vi preparate a festeggiare, come me, con tanti popcorn, un comodo divano e il dvd (o il blu-ray se preferite).

Leave A Comment