Nuove Pratiche Fest, #innovazioneculturale

Nuove Pratiche Fest, #innovazioneculturale

Inizia oggi a Palermo Nuove Pratiche Fest, #innovazioneculturale, che si tiene ai Cantieri culturali alla Zisa. Si tratta di un Festival di due giorni, denso di workshop e appuntamenti per discutere dello stato della cultura e degli operatori culturali in Italia.

La crisi non passerà e il nuovo non è di là da venire: sono i nomi che diamo a quel che accade e a ciò che facciamo ogni giorno. Ma ancora per quanto?

Il lavoro culturale va sperimentando i grandi mutamenti, velocissimi, dell’economia e della società: dal materiale all’immateriale, dall’intermediazione alla filiera corta, dalla proprietà all’accesso, dalla fruizione passiva all’autorialità diffusa, dalla competizione alla collaborazione e così via. Se gli operatori culturali fanno lavori che dieci anni fa non avevano neppure un nome, non è solo una questione di progresso tecnologico, di “cultura e innovazione”.

Oggi dobbiamo ripensare l’intero sistema –i diritti, le norme, le misure di sostegno, i modelli– mettendo in discussione dicotomie obsolete come pubblico/privato o reddito/profitto.

Di questi modi diversi, prima impensati, per “fare cultura”, discutiamo alla prima edizione del Festival delle Nuove Pratiche. Senza tabù, ci chiederemo quali sono gli orizzonti possibili per l’impresa e il lavoro culturale, le forme di promozione e sostegno fuori dalle nicchie di sussistenza, i modelli sostenibili liberi da chiusure speculative. È un nuovo modello di business che ci serve, la prossima tecnologia d’avanguardia, o un’altra idea di società?
Che cos’è l’innovazione culturale?

Potete seguire l’evento tramite i vari canali social, tra cui un’interessante Storify.

elefante-centrale-1980x1080

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *