Sanremo 2014 Seconda Serata e un sospetto rigonfiamento.

Sanremo 2014 Seconda Serata e un sospetto rigonfiamento.

20140215181156!Sanremo_2014_logo
Sempre all’insegna del masochismo più abbietto siamo di nuovo qui, si parla della seconda serata del Festival della Canzone Italiana del 2014, che a dire il vero ieri non è stata il massimo  e rispetto all’anno scorso gli spettatori sono calati, come le palpebre visto che la noia ha regnato sovrana.

Sulla rete si parla dei due cavalli pazzi di ieri sera come una mossa pubblicitaria di Fazio, se così fosse la cosa si è rivelata assolutamente controproducente, comunque stasera si esibiscono gli altri sette “campioni”  di nuovo con 2 canzoni ciascuno.

Anche in questo caso la votazione per le due esecuzioni di ciascun Artista CAMPIONE, avverrà con il sistema misto, da parte del pubblico tramite televoto e attraverso la Giuria della Stampa del Festival, per la scelta della canzone che, tra le due, rimarrà in competizione. I voti del pubblico verranno percentualizzati, lo stesso avverrà per i voti della Giuria della Stampa: i due distinti risultati percentualizzati peseranno entrambi per il 50% nella selezione della canzone che rimarrà in competizione: le uscite degli artisti durante la serata saranno,

Francesco Renga
Giuliano Palma
Noemi
Renzo Rubino
Ron
Riccardo Sinigallia
Francesco Sarcina

A seguire ci saranno 4 delle 8 canzoni degli Artisti NUOVE PROPOSTE. Votazione con sistema misto, del pubblico tramite il sistema del televoto e della Giuria della Stampa. I voti del pubblico verranno percentualizzati, lo stesso avverrà per i voti della Giuria della Stampa: i due distinti risultati percentualizzati peseranno entrambi per il 50% nella determinazione della graduatoria complessiva. Le 2 canzoni-artisti col punteggio complessivo più elevato verranno ammesse alla Quarta Serata. Le uscite delle Nuove Proposte:

Diodato
Filippo Graziani
Bianca
Zibba

– Ospiti della serata: Rufus Wainwright che si esibirà con due brani, “Across The universe” e” Cigarette and Chocolate Milk”, Claudio Baglioni,  Franca Valeri e Claudio Santamaria, mentre i presenter sono le gemelle Kessler, Armin Zoeggeler, la direttrice del museo di Rovereto Cristiana Collu, Kasia Smutniak, Gianantonio Stella, Veronica Angeloni, Clemente Russo… e se quest’ultimo apre bocca scommetto che ci sarà da ridere.

Si Riparte con la gag di Sanremo & Sanromolo sempre con Pif(fero), la tristezza assoluta, che ha rovinato anche Struggle For Pleasure di Wim Mertens tra le varie cose. L’anno scorso il megaspottone era legato alla fiction su Modugno, quest’anno tocca alla fiction dedicata ad Alberto Manzi lo storico professore televisivo di Non è mai troppo Tardi interpretato da Claudio Santamaria. Arrivano le gemelle Kessler con la loro Quelli belli come noi, sigla della mitica Canzonissima 1969, e si unisce Lucianina Littizzetto.

E si parte con le canzoni quasi subito, il primo è Francesco Renga detto anche il marito di Ambra, A un Isolato da te è il primo pezzo, ricorda parecchio l’Essenziale, canzone del cantante più eterosessuale del festival cioè Marco Mengoni, ed infatti è scritta dalla stesso autore, mentre la seconda canzone è scritta da Elisa e si chiama Vivendo Adesso, si sente che è scritta da Elisa infatti probabilmente sarebbe meglio se fosse cantata in inglese. Tornano le Kessler come presenter per Renga, passa il turno la canzone di Elisa.

Arriva il vergine di Sanremo, Giuliano Palma al suo primo Sanremo, la prima canzone è scritta da Nina Zilli e si chiama Così Lontano che assomiglia infatti a 50.000 Lacrime della Zilli,  il secondo pezzo è Un Bacio Crudele, che invece assomiglia a You can’t hurry Love delle Supremes, lo storico gruppo di Diana Ross. Armin Zoeggeler è il presenter di Giuliano Palma, e c’è un risveglio ormonale tra il pubblico e passa il turno 50.000 lacrime versione 2014.

Momento molto atteso: arriva Noemi, il primo pezzo è Un Uomo è un Albero, attimo di buco al microfono ma la Noemi recupera subito, il  pezzo è curioso e abbastanza inusuale con un sottofondo africano, il secondo pezzo invece è Bagnati dal Sole, il parrucchiere di Noemi verrà pubblicamente stuprato alla fine della kermesse molto probabilmente, meglio il secondo pezzo comunque, il presenter di Noemi è Cristiana Collu direttrice di un museo di Rovereto e futura protagonista di The Walking Dead, passa il turno la seconda canzone Bagnati dal Sole insieme ai capelli Rosso Menopausa di Noemi, e magari vince pure.

L’anno scorso Renzo Rubino era tra i giovani, ed arrivò secondo, quest’anno è tra i big e il primo dei due pezzi che presenta si chiama Ora, il secondo invece si chiama Per Sempre e Poi Basta, speriamo che sia meglio della prima che è un po’ bruttina a dire il vero… come non detto era molto meglio l’anno scorso. La presenter affibbiata a Rubino è la Kasia Bau Bau Cai Cai Cai Smutniak, protagonista del prossimo film di Ozpeteck, fantastica la battuta della Littizzetto su Fazio che ci prova con l’attrice e lei la tranquillizza dicendole di stare calma che tanto non avrebbe sentito nulla comunque, passa il turno Ora. Bruuuutta.

Momento Meraviglia : FRANCA VALERI, lacrime e rispetto per una grade donna di 94 anni che sta ancora sul palco nonostante la malattia.

E si riparte con la gara con Ron, che tra le altre cose esordì sedicenne al festival con Pa Diglielo A Ma in coppia con Nada e stavolta invece è in coppia con un parrucchino dal colore improbabile. Il primo pezzo è Un Abbraccio Unico, dedicata a Lucio Dalla, una lamentazio insomma, Sing In The Rain  è l’altro pezzo che sembra la sigla di un telefilm country-style alla hazzard, il presenter di Ron è GianAntonio Stella,  e la sigla di Hazzard 2014 passa il turno.

SuperOspite nazionale della serata, Claudio Baglioni, che somiglia sempre di più a Renato Balestra dopo una pessima blefaroplastica, che canta alcuni pezzi del suo vecchio repertorio tra cui E Tu e Strada Facendo, Questo piccolo Grande Amore e 1000 giorni di te e di me, un mini-concerto, poi parte con la canzone nuova ma in quel momento è stato più forte il richiamo del bagno, in fondo se il suo soprannome era Agonia c’è un motivo.

Penultimo cantante in gara Riccardo Sinigallia, EX-Tiromancino, Prima di Andare Via è la prima canzone, che assomiglia parecchio a Road Trippin dei Red Hot Chili Peppers, Una Rigenerazione è il titolo dell’altro pezzo in pieno stile Tiromancino, la presenter in questa occasione è Veronica Angeloni, star della pallavolo, la prima canzone dell’ex Tiromancino è quella che passa il turno.

L’ultimo big è l’ex cantante delle Vibrazioni, Francesco Sarcina, il primo pezzo è Nel Tuo Sorriso, canzone in pieno stile Le Vibrazioni infatti ricorda molto i pezzi vecchi del gruppo, il secondo pezzo si chiama In Questa Città, stesso discorso del primo pezzo. Clemente Tatanka Russo è il presenter di Sarcina, passa alla finale il primo pezzo.

SuperOspite straniero Rufus Wainwright, icona gay del pop alternativo, due i pezzi” Cigarette and Chocolate Milk”,  splendidamente emozionante anche con “Across The universe” dei Beatles.

Per adesso devo dire dopo aver ascoltato le canzoni dei big del Festival sono di una bruttura unica, “salvo” l’aristogatto Gualazzi con Venom, i Perturbati e Noemi, quella che mi piaceva di Arisa l’hanno cassata, ora a questo punto mi chiedo quanto fosse veramente brutta la canzone di Battiato per Alice e quanto invece non ci capisca un cavolo di musica la commissione sanremese.

Si passa ai Giovani, stasera sono solo in quattro, Diodato, Filippo Graziani figlio di Ivan, Bianca, Zibba.

Diodato è il primo, carino lui ed anche il pezzo anche se la musica ricorda le Paola & Chiara di Amici Come Prima, il secondo in gara è Filippo Graziani con Le Cose Belle, figlio del compianto Ivan ed infatti la voce lo ricorda non poco, bello il pezzo e porta un po’ di vitalità al Festival, la prima voce femminile delle nuove proposte si chiama Bianca, il pezzo si chiama Saprai, passo falso per un pezzo banale & nasale, ultimo ad arrivare Zibba, Senza di Te il pezzo, Andrea Mirò alla conduzione orchestrale, bella la voce di Zibba ma un po’ ordinario il pezzo. Passano alla finale Diodato e Zibba, quindi trombati il figlio di Ivan Graziani e Bianca.

Domani, è un altro giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *