Sanremo 2014 quarta serata e un primo tentativo di deflagrazione (la serata dei massacri)

Sanremo 2014 quarta serata e un primo tentativo di deflagrazione (la serata dei massacri)

20140215181156!Sanremo_2014_logo
Gli ascolti di Sanremo vanno in picchiata come non mai, la terza serata ha fatto poco più del 34% di share e per i numeri a cui è abituato Fazio deve essere un bello smacco, comunque citando Donatella Rettore, il festival è veramente troppo lungo: 5 serate sono troppe si riportino a 3 al massimo e si lasci spazio solo alla musica… parole sante!

Oggi l’organizzazione della 64ma edizione del Festival di Sanremo ha comunicato al cantante RICCARDO SINIGALLIA e alla sua casa discografica, l’esclusione dalla gara del brano Prima di andare via in quanto privo del carattere di novità richiesto dall’art.5 del regolamento della manifestazione, perché già eseguito in pubblico… la stessa cosa che era successa alla Bertè qualche anno fa.

Ora da qualche tempo a questa parte la quarta serata di Sanremo è quella che mi spaventa di più , anche perché di solito è la serata in cui si uccide senza pietà la bellezza della musica italiana, per riempire lo spazio si prendono alcune delle più belle canzoni italiane e le si fanno rovinare con dei duetti TREMENDI sia con artisti italiani che stranieri: c’è stata una triade poco tempo fa, Loredana Bertè, Giggi Dalllesssio e Macy Gray (quest’ultima non si capiva se era ubriaca persa o fatta come una zucca) comunque hanno rovinato per sempre il capolavoro di Mia Martini, Almeno tu nell’universo. O peggio ancora è andata quando Annalisa ed Emma La Camionista hanno letteralmente stuprato la splendida Per Elisa di Alice. Ma del resto anche Marco Mengoni detto anche il cantante più Eterosessuale del Festival tornerà sul luogo del delitto, il palco dell’Ariston e farà un omaggio ad un cantautore. Anche l’anno scorso Mengoni aveva partecipato alla kermesse rovinando nella serata dei duetti la canzone “Ciao amore ciao”, cantata da Luigi Tenco nell’edizione di Sanremo del 1967. Sarà una serata evento SANREMO CLUB.

Il Festival di quest’anno vuole omaggiare alcune tra le più importanti canzoni autorali della musica italiana. Per troppo tempo sul palcoscenico dell’Ariston si sono alternati il Premio Tenco e il Festival di Sanremo, separati da un muro invisibile, per la natura delle due manifestazioni… io comincio a preparare i mattoni. Un’altra cosa che mi sta facendo rodere il c… (scusate ma ci vuole) è che in quasi tutti gli articoli su questa serata NON si parla ne di Loredana Berté ne di Mia Martini, in due delle canzoni di questa sera cioè Il Mare d’inverno e La Costruzione di un Amore si parla solo degli autori, Ruggeri e Fossati, che si è vero che le hanno scritte ma chi le ha portate al successo e ha messo la SOFFERENZA nel cantarle sono state le due sorelle…

I 14 cantanti in gara interpreteranno una delle canzoni della tradizione cantautorale italiana. Interpretazione, senza votazioni, da parte dei 14 CAMPIONI di canzoni della storia della musica italiana, individuate dalla Direzione Artistica.

Ecco gli scempi previsti:
Antonella Ruggiero canta i NEW TROLLS, Una Miniera
Arisa con i Whomadewho cantano FRANCO BATTIATO, Cuccurucucu
Cristiano De André canta FABRIZIO DE ANDRÉ, Verranno a chiederti del nostro amore
Franklin Hi-Nrg con Fiorella Mannoia cantano PAOLO CONTE, Boogie
Francesco Renga con con Kekko dei Modà cantano EDOARDO BENNATO, Un giorno credi
Francesco Sarcina con Riccardo Scamarcio cantano ZUCCHERO, Diavolo in me (dio dammi la forza)
Giuliano Palma canta PINO DANIELE, I say i’ sto cca’
GiusyIoHoLaNoceDiCoccoFerreri con Alessio Boni e Alessandro Haber distruggono ENRICO RUGGERI, Il mare d’inverno (ok io mi chiedo semplicemente PERCHE’)
Noemi canta IVANO FOSSATI La costruzione di un amore
I Perturbazione con Violante Placido cantano FRANCESCO DE GREGORI, La donna cannone
Raphael Gualazzi e Bloody Beetroots con Tommy Lee cantano DOMENICO MODUGNO Nel blu dipinto di blu
Renzo Rubino con Simona Molinari cantano GIORGIO GABER, Non arrossire
Riccardo Sinigallia con Paola Turci, Marina Rei e Laura Arzilli cantano CLAUDIO LOLLI, Ho visto anche degli zingari felici
Ron canta LUCIO DALLA, Cara

-Infine ci sarà l’interpretazione delle 4 canzoni finaliste della sezione Artisti NUOVE PROPOSTE.-
Diodato – Zibba – Rocco il figlio segreto di Steve Urkel Hunt e The Niro.

Previsto Enrico Brignano come ospite per la classica marchetta del programma post sanremese.
Votazione con il sistema misto della Giuria di Qualità e del pubblico con il sistema del televoto. I voti del pubblico verranno percentualizzati, lo stesso avverrà per i voti della Giuria di Qualità: i due distinti risultati percentualizzati peseranno entrambi per il 50% nella determinazione della graduatoria complessiva. La canzone-artista col punteggio complessivo più elevato verrà proclamata vincitrice della sezione Artisti GIOVANI.

Ospite musicale previsto per il venerdì, oltre a Marco Mengoni e il suo tributo, sarà anche Gino Paoli che insieme con Danilo Rea, farà un omaggio alla canzone d’autore genovese. Come ospite internazionale, invece, ci sarà il cantante scozzese Paolo Nutini che presenterà in esclusiva il singolo “Scream (Fuck My Life Up)”, che anticipa l’uscita del suo nuovo album Caustic Love.

Pre-Festival affidato al Pif(fero), sempre più squallidamente triste, il suo arrivo è il segnale per il 100% degli spettatori che fanno ancora in tempo ad andare in bagno per gli ultimi bisognini, e solo quando parte lo spot di CocoNuda si capisce che finalmente siamo al Festival di Sanremo.

Marco Mengoni detto il cantante più Eterosessuale del Festival apre la serata belando uno dei capolavori di Sergio Endrigo, Io Che Amo Solo Te, e questo è un momento in cui vorrei avere un missile teleguidato, è roba da far sanguinare le orecchie. La Donna Cannone di De Gregori è il pezzo scelto dai Perturbazione Ft Violante Placido, e pensare che la canzone era stata proposta a Mia Martini nel suo periodo di allontanamento volontario , bella la versione e bravi i due cantanti.

Orrore e Raccapriccio alias Francesco Sarcina & Riccardo Scamarcio arrivano sul palco per cantare Diavolo in me di Zucchero… e meno male che doveva essere la serata della canzone d’autore. La terza canzone nella serata dei delitti è un inusuale duetto tra Frankie Hi-Nrg e Fiorella Mannoia con Boogie di Paolo Conte, lui è un non-cantante ma lei è incantevole, e il risultato è molto simpatico, la strana alchimia funziona e sono veramente divertenti. Noemi guadagna il palco e finalmente nomina MIA MARTINI in relazione al pezzo che sta per cantare cioè La Costruzione di Un Amore, carina ma ci voleva un pizzico in più di rabbia, e comunque è stato un suo cavallo di battaglia durante x-factor.

Arriva la triste notizia della morte di Francesco di Giacomo il cantante storico del Banco del Mutuo Soccorso, se ne va via un pezzo della storia della musica italiana.

Ora tocca a Renga e Kekko il can(e)tante dei Modà che si misurano con Un giorno Credi di Edoardo Bennato, non si va oltre il karaoke. Il cadavere riesumato apposta per della serata è il noto Mago Silvan che trasforma la Littizzeto in Brunetta. Ron si affida alla memoria di Lucio Dalla e presenta Cara, non vince ma pareggia e diciamo che si salva giusto perché la canzone era di Lucio Dalla e l’emozione gli fa giustamente un brutto scherzo. Arisa & i danesi Whomadewho alle prese con Franco Battiato e la sua Cuccurucucu, la canzone decolla ed è estremamente divertente nel il momento in cui la cantate si rilassa e si lascia andare , la differenza tra la voce tra cantato e parlato di Arisa è un qualcosa di unico, roba che manco Luca Laurenti.

Danilo Rea e Gino Paoli sono i prossimi ospiti, omaggio a Luigi Tenco con una Vedrai Vedrai da spaccacuore , caro (si fa per dire) Marco Mengoni ascolta come si canta e mettiti da parte, l’omaggio alla “scuola di Genova” prosegue con Umberto Bindi e la sua Il Nostro Concerto, e gran finale con Il Cielo In Una Stanza, un signore di quasi ottant’anni che ha incantato ed emozionato come pochi.

Stasera c’è la gara delle Nuove Proposte con relativa proclamazione del vincitore, Diodato con Babilonia, Zibba con Senza Di Te – Rocco il figlio segreto di Steve Urkel Hunt con Nu Juorno Buono, The Niro con 1969 sono i rimasti in gara: io tifavo per il figlio di Ivan Graziani ma lo hanno fatto fuori, tra i rimasti spero in Diodato.

Prossima marchetta tocca a Zingaretti e il suo il Giudice Meschino. Rapido promemoria con il riassunto dei partecipanti e viene richiamato sul palco Riccardo Sinigallia e per ora viene confermata l’esclusione e come contentino viene richiamato domani sul palco come fuori gara. L’aristogatto Gualazzo, Venom in compagnia di Tommy Lee riesumano Nel Blu dipinto di Blu, discutibile ma i tre si stanno divertendo e non poco. Cristiano De Andrè canta il padre con Verranno a Chiederti del Nostro Amore, l’impegno è gravoso ma Cristiano la sua versione l’aveva già incisa per la serie di live De Andrè canta De Andrè, l’emozione è palpabile ma gioca in casa.
Renzo Rubino e Simona Molinari sono i prossimi con Non Arrossire di Giorgio Gaber, carina ma lei è più brava di lui.

Arriva Brignano ed io ne approfitto, mi assento soprattutto mentalmente…mi giungono notizie di Zombie che vagano di fronte al teatro Ariston, no non sono gli spettatori del festival, ma i cadaveri di Aldo Fabrizi, Sergio Endrigo ed altre persone che si sono rivoltate nella tomba ed ora vogliono giustizia per questa serata.

Si torna agli assassinii , GiusyIoHoLaNoceDiCoccoFerreri con Alessio Boni e Alessandro Haber ruttano/recitano/ragliano Il Mare D’inverno portato al successo da Loredana Bertè (che naturalmente non viene nominata) e scritta da Enrico Ruggeri, Haber legge sul gobbo, GiusyIoHoLaNoceDiCoccoFerreri celebra la noce di cocco, è ufficialmente la cosa più orrida che abbia mai sentito, siamo sui livelli di Emma La Camionista con Annalisa ed il massacro di Per Elisa ed io ho un disperato bisogno di antiemetici e imodium.

Antonella Ruggero aveva inciso per il suo tributo alla scuola Genovese, Genova La Superba la canzone che presenta questa sera Una Miniera, originariamente dei New Trolls, solo che stasera viene accompagnata da una mini orchestra di tablet, bella la versione se solo si capissero meglio le parole. Giuliano Palma canta Pino Daniele, I say i’ sto cca’ viene presentato da Silvio Orlando ed arriva senza occhiali neri e si riparte col karaoke. Riccardo Sinigallia con Paola Turci, Marina Rei e Laura Arzilli cantano Claudio Lolli, Ho visto anche degli zingari felici, bella versione peccato i problemi con i microfoni.

Ospite Internazionale Paolo Nutini che presenta Scream (Fuck My Life Up), che anticipa l’uscita del suo nuovo album solo che prima omaggia Lucio Dalla con Caruso, qualche difetto di pronuncia si può perdonare, e a seguire anche Candy che da noi a avuto un discreto successo.

Arrivano i primi premi :
Premio della Critica Mia Martini Nuove Proposte: Zibba
Premi della sala Stampa Lucio Dalla : di nuovo Zibba
Migliore Arrangiamento : Renzo Rubino con Per Sempre e Poi Basta (la canzone eliminata)
Vincitore Nuove Proposte : Rocco Hunt detto il figlio segreto di Steve Urkel
E per questa sera è tutto.
PS: nessuno ha un missile teleguidato che gli avanza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *