• Home
  • Mare Chiuso al Kino sotto le stelle

Mare Chiuso al Kino sotto le stelle

Questa sera al KinoVillage sotto le stelle (Vintage Village, Roma) si proietterà Mare Chiuso, documentario di Stefano Liberti e Andrea Segre e prodotto da Zalab.
Una tragedia che ha visto coinvolti più di duemila migranti africani fra il maggio 2009 e il settembre 2010. Dopo gli accordi Italia-Libia, a firma di Berlusconi e di Gheddafi, il nostro paese ha indiscriminatamente respinto i barconi di migranti che tentavano l’approdo sulle nostre coste, rimandandoli in Libia. Con lo scoppio della guerra contro il regime dittatoriale di Gheddafi molti dei profughi sono scappati in Tunisia, dove ancora vivono, nel campo di Shousa.
E’ qui che i registi Liberti e Segre li hanno incontrati, ed è qui che partono i racconti e le testimonianze del documentario.
Filo rosso del racconto, la vicenda di Semere Kashay, che nel 2009 era riuscito a mettere su un barcone la moglie incinta. Solo dopo due anni di vicissitudini (torture e prigionia indiscriminata) è riuscito a venire in Italia ed a godere di quel diritto d’asilo che gli apparteneva. Solo dopo questi due anni è riuscito a vedere la propria figlia, nata in Italia.
In Libia le condizioni dei migranti sono state di totale prigionia: con il regime di Gheddafi era quasi impossibile ottenere delle condizioni di detenzione accettabili. Nessuno mai era riuscito a raccontare questa storia, perché nessun giornalista era riuscito a salire sui barconi e tutti i testimoni furono riportati in Libia. Molti di loro erano richiedenti asilo aventi diritto, e la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo ha recentemente condannato l’Italia per aver violato la Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo. Oggi è la Giornata Mondiale del Rifugiato. In Italia abbiamo molto lavoro da fare.
La visione al Kino sotto le stelle è gratuita e con ingresso a sottoscrizione. Un’occasione per vedere un bel documentario, portato in tour in tutta la penisola.
Qui trovate tutto il programma 

Leave A Comment