• Home
  • Le strenne dell’Auditorium Parco della Musica

Le strenne dell’Auditorium Parco della Musica

Una giostra d’epoca coloratissima e un mercatino di Natale, una pista di pattinaggio sul ghiaccio e una serie vastissima di incontri, concerti e rassegne: dall’8 dicembre 2011 all’8 gennaio 2012 il Natale all’Auditorium Parco della Musica di Roma diventa, anche quest’anno, un appuntamento da non mancare. Il mercatino di Natale accoglierà i romani e quanti vorranno gustare il sapore delle feste nelle tante bancarelle di strenne natalizie, mentre altri si alterneranno nei volteggi sul ghiaccio sulla pista costruita nella Cavea.

Thurston Moore, Gino Paoli e Danilo Rea, Alfio Antico, Raphael Gualazzi, Enzo Pietropaoli e Adriano Viterbini, Jay Jay Johanson, Alexi Murdoch, Roberto Fabbri, Teresa De Sio e l’inedita formazione Peppe Servillo, Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Furio Di Castri, Rita Marcotulli e Mattia Barbieri tra i tanti che si alterneranno nelle sale dell’Auditorium Parco della Musica.

La rassegna prende il via il giorno della festa dell’Immacolata, giorno che storicamente da il via al periodo natalizio, con un concerto indie da non perdere: il chitarrista, fondatore e mente dei Sonic Youth, Thurston Moore, presenterà in concerto, in Sala Sinopoli, il suo ultimo lavoro solista Demolished Thoughts.

L’11 dicembre sarà la volta di Raphael Gualazzi, vincitore di Sanremo, il parente alieno di Fred Buscaglione, Paolo Conte e Tom Waits (come è stato definito dalla critica), che porterà sul palco romano di Santa Cecilia una anteprima del tour teatrale “live” previsto per i primi mesi del 2012.

In Sala Santa Cecilia immancabile il concerti di Elio con il suo Figaro il Barbiere, con ideazione e libero racconto di Roberto Fabbriciani e musiche ridotte da Il barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini, previsto per il 10 dicembre, 
Il lavoro proposto da Elio è un una versione tutta particolare di Figaro: alla musica di Rossini si unisce infatti un narratore che, dialogando con il pubblico, racconta i momenti salienti e introduce i personaggi. Rendere l’opera lirica accattivante e apprezzabile a un pubblico di non appassionati del genere, nella chiave narrativa e divertente cui Elio ci ha abituati nel corso di questi anni, è l’obiettivo del concerto.
Altro scenario per il cantautore romano Claudio Baglioni, che si regala al suo pubblico la notte di Natale. Dal 25 al 31 dicembre sarà Solo per il suo pubblico con il progetto speciale Dieci dita. I dieci incontri saranno all’insegna di un progetto interessante: dieci incontri come le dieci dita delle mani, quelle che scorrono sui tasti del pianoforte e toccano le corde della chitarra e che rappresentano altrettanti modi di raccontare la sua avventura. Ogni incontro diverso, ognuno solo per i pochi che avranno acquistato il “biglietto palco”, per vivere il concerto/narrazione di Baglioni direttamente sul palco assieme a lui.

Degni di segnalazioni anche gli appuntamenti Memorie di Adriano, un concerto tributo ad Adriano Celentano, previsto per il 13 dicembre, con alcuni tra i migliori musicisti in circolazione (tra tutti, la voce di Beppe Servillo), e il concerto del 14 dicembre in Sala Petrassi di Jay Jay Johanson, cantautore svedese classe 1969, che porterà a Roma la sua inconfondibile voce e le sue melodie contemporanee.

Tornerà anche quest’anno Ambrogio Sparagna con La ChiaraStella, progetto realizzato dalla Fondazione Musica, con i più famosi canti natalizi della tradizione italiana elaborati per l’Orchestra Popolare Italiana. L’incontro col cantante, che si terrà il 20 dicembre, sarà parte integrante del Laboratorio di Canto Corale Popolare, un ciclo di lezioni che prenderanno il via il 13 dicembre.

Dopo il grande successo delle passate edizioni torna il Roma Gospel Festival, contenitore di alcune delle migliori formazioni corali e gruppi di spiritual e gospel provenienti dagli Stati Uniti. Gran finale previsto per il 31, quando sul palco arriverà, direttamente dal Sud degli Stati Uniti, la corale South Caroline Mass Choir, che presenterà i gospel tradizionali rivisitati in chiave contemporanea.

Il giorno di Capodanno sarà dedicato al Gala di Capodanno. L’Orchestra Roma Sinfonietta, diretta dal Maestro Karl Martin, eseguirà nei giorni 1 e 2 gennaio un programma che vedrà alternarsi  i valzer, le polke, le mazurche di Johann Strauss e dei suoi contemporanei e  brani d’operetta e del repertorio romantico.

Per i bambini dai 3 ai 7 anni per tutto il mese si terranno gli incontri di BioArmon Kids, a cura di Bruno Oddenino, che utilizza la musica e la sinestesia per acuire l’attitudine musicale, il senso ritmico, e la rapidità di apprendimento nei bambini. Per i bambini, dai 6 agli 11 anni, il 10 prenderanno il via gli incontri, a cura della Scuola di Musica Ciampi, RI-Creazioni musicali.

Tornerà, a grande richiesta, il cantastorie, puparo e cuntista siciliano Mimmo Cuticchio, che in prima assoluta  metterà in scena, dal 27 al 30 Dicembre O a Palermo o all’inferno – ovvero lo sbarco di Garibaldi in Sicilia.

Gli appuntamenti musicali continuano con Open Trios. Il 13 dicembre con Ninnananne e TarantelleViaggio musicale nel mondo dei contrastil’ensemble spiegherà al giovane pubblico, in maniera semplice e coinvolgente, la storia, il “viaggio”, le caratteristiche musicali (melodiche, ritmiche, coreografiche) dei due generi e degli strumenti impiegati, mentre il 6 gennaio ci sarà sul palco Ma Mère L’Oye, Le favole del Re Sole messe in musica da Ravel, un concerto-laboratorio dedicato alle più celebri favole di Charles Perrault, illustrate dalla musica di Maurice Ravel.

Buon Natale a tutti!

Leave A Comment