Il Fascino indiscreto del Morto

Il Fascino indiscreto del Morto

L’altro giorno in negozio (lavoro in un negozio di dvd,cd e affini per chi ancora non lo sapesse)  è entrata una ragazza che mi ha freddato con una bordata del tipo “Ma è uscito qualcosa di nuovo di Mike Francis?”, e l’unica risposta possibile è stata “Ma veramente è morto” e lei imperterrita “E che vuol dire, allora di tanti escono dischi dopo morti…”.
Tristemente vero, vedasi Michael Jackson, Queen, Mia Martini, Pavarotti, Jimi Hendrix e così via.

Il più delle volte sono semplicemente delle raccolte con uno o due pezzi inediti giusto per fare un po’ di sciacallaggio, tranne qualche eccezione sono delle cose veramente terribili.

So che non dovrebbe sorprendermi ma qualche operazione commerciale la trovo veramente di dubbio gusto, Michael Jackson ha sempre venduto parecchio a parte gli ultimi lavori in vita che erano considerati dei flop parziali. Ma dopo la morte è diventato inarrestabile: tra ristampe, raccolte pezzi più o meno inediti e versioni alternative è diventato un vero treno inarrestabile di vendite, anche se qualitativamente ho sempre avuto qualche dubbio. Se del materiale era stato scartato sicuramente avrà avuto le sue buone ragioni. Infatti il cosiddetto disco nuovo non mi convince molto a dire il vero, effettivamente molte cose sono state arrangiate con i suoi dischi vecchi, purtroppo mi sa molto di minestra riscaldata ma si vende soprattutto ai terribili fan dell’ultima ora, quelli che magari in vita neanche lo comperavano.

Mia Martini è sempre stata un caso a parte, pensavo che dopo la morte almeno con le ristampe e i discografici le rendessero giustizia almeno con la ristampa della discografia ufficiale, invece è stato un fioccare di raccolte la maggior parte inutili, anche se ad esempio quelle curate da Menico Cairoli ed Alba Calia invece si sono rivelati dei piccoli tesori.

Osteggiata nella vita e trattata malissimo da stampa e colleghi almeno ha sempre potuto contare sul pubblico che le voleva bene, quest’anno è stata “omaggiata” da almeno due raccolte, la prima realizzata da Alba Calia, amica nella vita, si chiama “Domani” ed è una compilation fatta di versioni cantate dal vivo durante trasmissioni televisive: in questo caso si gioca di più sul filo delle emozioni di Mia come interprete dal vivo, selezionando dal 1974 al 1990 alcuni passaggi rari. Nel disco però c’è una perla che vale da sola l’intera raccolta: la sua versione di Quando Finisce Un Amore di Riccardo Cocciante eseguita durante la trasmissione Compagnia Stabile Della Canzone del 1975.

L’altra invece è “Oltre Che Il Cielo” invece raccoglie le registrazioni prese da vari concerti fatti durante il periodo oscuro dalla meta dell’86 fino al ritorno sulle scene dei primi anni 90. Il fatto è che sul titolo compare un numero che fa presagire che c’è ne saranno altri… quindi da morta vende più che da viva su questo non ci piove.

Sotto Natale, come ogni anno, naturalmente si è fatto “vivo” anche Pavarotti, con la raccolta “Bravo Pavarotti”, ennesima raccolta spottizzata che riunisce alcune delle sue esecuzioni migliori nel campo della lirica in senso stretto. Niente contaminazioni o canzoni napoletane, pensata naturalmente come regalo di natale e tremo al pensiero di quando mi chiederanno se sono nuove incisioni… si mi è capitato anche questo…

Anche Rino Gaetano ha fatto capolino con una raccoltina con un inedito ma niente che faccia gridare al miracolo come invece ha fatto la raccolta di materiale inedito curata dalla sorella qualche anno fa.

A Piero Ciampi è toccata la stessa sorte di Mia Martini anche se in piccolo, non ha venduto da vivo figurarsi da morto ma in ogni caso è bello vedere che non se lo sono del tutto dimenticato, di stampare la sua discografia manco a parlarne, del disco capolavoro fatto con Nada ormai se ne sono perse le tracce dopo una prima ristampa durata pochissimo tempo, almeno hanno pubblicato una raccolta con un corrosivo concerto da vivo ed un disco tributo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *