Libri

Amazon svela le città dove si legge di più

Per celebrare l’arrivo della stagione estiva e le letture sotto l’ombrellone, Amazon ha rilasciato per il terzo anno la classifica delle città italiane che leggono più libri, individuata secondo il numero di titoli in formato cartaceo e eBook acquistati dai lettori su Amazon.it durante l’ultimo anno su base pro capite, in città con più di 100.000 abitanti. Questa la Top 10 delle città italiane che leggono di più: 1. Milano

Blur. Love in the 90's. Testi commentati

All’alba degli anni Novanta, una band formata da quattro studenti d’arte dell’Essex esordisce con un album che sembra solo un altro disco di e per ragazzini infatuati di Madchester e shoegaze, destinato a durare il tempo di una copertina di “NME”. Le cose, invece, vanno diversamente. I Blur diventano uno dei gruppi più importanti e influenti d’Inghilterra, superando indenni ondate e riflussi, reinventandosi e sperimentando, andando oltre il britpop e

Ho sposato mia suocera, Stefano Grimaldi

Ricordo ancora la frase “non si sposa una persona, si sposa la famiglia”, tanti anni fa. Avrei dovuto farne tesoro, ma questa è un’altra storia. Quella di Ho sposato mia suocera, di Stefano Grimaldi (nom de plume per salvaguardare la pace domestica, suppongo) parte da un assunto simile; anche se più che una storia è in realtà una raccolta di aneddoti sulla difficile convivenza tra un genero e una suocera.

#unlibroèunlibro - Approvata la legge di stabilità che sancisce l’applicazione dell’IVA al 4% ai libri digitali

Dal 1 gennaio 2015 la cultura italiana vince una battaglia importante: gli ebook verranno equiparati ai libri di carta e avranno lo stesso trattamento fiscale con l’IVA agevolata al 4%. Una grande vittoria che è frutto dello sforzo del Governo, del Parlamento, degli autori, degli editori e soprattutto dei lettori che hanno dato voce alla campagna #unlibroèunlibro sui Social Network generando oltre 40.000 conversazioni online. “Una scelta di rinnovamento, al passo con

Quando l’inferno arrivò all’IKEA: Horrorstör, un romanzo di Grady Hendrix

Edito dalla Quirk Books per ora solo in America e quindi in lingua inglese, Horrorstör è un romanzo effettivamente molto particolare, a cominciare dal design: si presenta graficamente infatti come un vero e proprio catalogo dell’Ikea. La trama Qualcosa di molto strano sta accadendo all’interno dei magazzini ORSK a Cleveland, Ohio: tutte le mattine i commessi alla riapertura del megastore trovano le librerie Kjerring rotte, le brocche porta-acqua Glans in

Io scrittore, pubblicato il vincitore e nuovo concorso

Sarà TEA a pubblicare il romanzo “Acque morte” di Michele Catozzi, vincitore della quinta edizione del concorso IoScrittore, l’unico torneo letterario gratuito online, promosso dal Gruppo Editoriale Mauri Spagnol. Nel 2015 saranno inoltre pubblicati i 9 ebook vincitori di quest’anno, mentre sono aperte le iscrizioni alla nuova edizione, che premierà dieci romanzi con la pubblicazione in formato ebook nel corso del 2016. Anche in questa edizione un romanzo sarà pubblicato

Regali di Natale per chi vuole riorganizzare la propria vita

Diffido dei manuali di autoaiuto e schifo un pochetto i titoli miracolistici, quelli che promettono di cambiare la vita di chi li legge. Trovo che sia un modo grossolano di speculare sull’infelicità, che è una malattia molto più diffusa di quanto non si creda. Però, a volte, c’è bisogno davvero di una mano per riorganizzarsi, per rimettere a posto le proprie giornate, le proprie finanze o la propria casa. E

Ninja in ufficio di Lars Berge, quando l'orchite è dietro l'angolo

La prima cosa che mi ha colpito di Ninja in ufficio – inutile dirlo – è stata la copertina accattivante e il bollino che troneggia con la scritta «Riderete Da Matti»; molto probabilmente il senso dell’umorismo norvegese è molto diverso dal nostro, altrimenti non riesco a darmene una spiegazione; ciononostante – e nonostante abbia rischiato l’orchite più volte – l’ho letto e sono riuscito ad arrivare persino alla fine. Elisabetta Sgarbi

I consigli della libraia: letture per politologi

Una classica richiesta di Natale, in libreria, è il libro per il cognato che si interessa di politica. Di solito c’è sempre una novità editoriale sulla breccia, per accontentare chi desidera essere informato sui fatti del governo del nostro paese. Non per forza però si tratta di libri di qualità, ben scritti e ben ragionati. Non parlo dell’immancabile Bruno Vespa, che ha i suoi aficionados, che collezionano ogni volume, anno