Cinema

I dolori del giovane Zuckerberg

Un ragazzo al college. Le ambizioni di quell’età , i primi amori, le prime delusioni.
Questo in breve ciò che racconta “The Social Network”, il film sulla nascita di Facebook e sulla figura (controversa?) di Mark Zuckerberg.

Cattivissimo me

Volere la luna è l’ambizione più grande, ed è l’unico modo per Gru di dimostrare il suo valore e recuperare la dignità perduta (o forse mai avuta) davanti agli occhi di una madre insensibile e arcigna, che trova sempre il modo di mettere in luce l’incapacità del figlio di diventare un vero genio del crimine. Davanti all’ennesima sconfitta da parte del nerdissimo (nel senso più dispregiativo e asociale possibile) rivale

La prima cosa bella verso gli Oscar 2011

La prima cosa bella di Paolo Virzì, Baciami ancora di Gabriele Muccino, Basilicata Coast to Coast di Rocco Papaleo, Le quattro volte di Michelangelo Frammartino, La doppia ora di Giuseppe Capotondi, Io sono l’amore di Luca Guadagnino, Mine vaganti di Ferzan Ozpetek, La nostra vita di Daniele Luchetti, L’uomo che verrà di Giorgio Diritti e 20 sigarette di Aureliano Amadei, si sono contesi il prestigioso compito di rappresentare l’Italia agli

Basilicata coast to coast

“Ba Ba Basilicata, tu che ne sai, l’hai vista mai?”canta Rocco Papaleo nel finale di questa storia ambientata nella regione il cui accento “non si capisce nemmeno che meridione è”, quel meridione dimenticato da Dio che rappresenta una realtà a sé, incompresa e imprigionata nell’ingannevole immagine di terra anonima, arida e impersonale, tanto da metterne in dubbio persino la sua esistenza. Ma “la Basilicata esiste. E’ un po’ come il