Zia Cin

Nasco Cinzia, donna del sud, copy e web writer in fieri. Un giorno divento Zia e accade che le mie due identità, reale e virtuale, s’ incontrano, s’invertono, si mescolano e si fondono trovando dimora e accordo in un blog-salotto del “predica bene e razzola male”. Confinata in un limbo tra la saggezza popolare e la user experience, sono obbligata a condurre una vita all’ insegna del consiglio e dell’avvertimento, per esercitare, a botte di buonismo e irriverenza, bastone e carota, on e off line, una professione a dir poco insidiosa: quella di Web Zia.

Non fidarti della str*** dell’interno 23

Siamo a New York (e dove sennò), la città dove tutto è possibile, la città delle grandi opportunità. Le dita scorrono sul citofono di un palazzo per poi fermarsi sul campanello dell’interno 23. Una bella citofonata e, chi sarà? È June (Dreama Walker), una ragazza dolce e ingenua, ma davvero troppo dolce e ingenua, una vera sognatrice, che è arrivata dalla provincia per lavoro. Il suo piccolo mondo incantato si

Mad Men. La serie tv amata da pubblicitari e non

ATTENZIONE: contiene Spoiler! Quanto è soggettivo il concetto di moralità? Tanto. Ce lo insegna Don Draper (interpretato da Jon Hamm), affascinante e misterioso protagonista della pluripremiata serie tv Mad Men, ideata da Matthew Weiner, ormai arrivata alla sesta stagione. Nella sua fredda coerenza, senza il minimo interesse per le opinioni o le disavventure altrui, Don riesce ad avere tante facce e maschere. Una di queste viene dal passato e non