Livia Di Pasquale

Cominciamo col dire che sono arrivata fino alla mia veneranda età schivando accuratamente i tuoi capolavori. Ho una sequela di “mai visto” e “mai sentito” da fare impallidire Ray Charles.
Di tanto in tanto qualcuno si mette in testa di “aggiornarmi” sulla filmografia mondiale, portandomi qualche dvd “imprescindibile”. Di trascinarmi al cinema, tanto, non ci sarebbe verso. Troppa gente, rumore, il fastidio di non potermi alzare quando dico io o lanciare in aria il dvd urlando “pull” mimando una schioppettata.

Ho sposato mia suocera, Stefano Grimaldi

Ricordo ancora la frase “non si sposa una persona, si sposa la famiglia”, tanti anni fa. Avrei dovuto farne tesoro, ma questa è un’altra storia. Quella di Ho sposato mia suocera, di Stefano Grimaldi (nom de plume per salvaguardare la pace domestica, suppongo) parte da un assunto simile; anche se più che una storia è in realtà una raccolta di aneddoti sulla difficile convivenza tra un genero e una suocera.

Automata, ennesima distopia malriuscita

Fantascienza. Futuri cupi, distopie, utopie, rapporto dell’uomo con le macchine. Raccontare il presente raccontando uno dei futuri possibili. In teoria in Automata ci potrebbe essere tutto questo, con qualche pregevole spunto. In teoria. In pratica parliamo di un rimescolamento di cliché che più cliché non si può. La solita umanità distopica che ha distrutto l’ambiente, l’avvento degli automi per migliorare la vita umana, la solita parentela con Asimov (che non

I Guardiani della Galassia, o "del trappolone per trentenni"

Prima o poi ci arrivo, col mio solito mostruoso ritardo. Guardo i film quando già la produzione è al terzo sequel di solito, quindi stavolta sono persino in anticipo. E così anche io alla fine ho visto Guardians of the Galaxy. Potrei lasciarvi solo col preciso e puntuale honest trailer e già ne sapreste abbastanza, fidatevi. Il video sintetizza in breve davvero tutto quello che c’è di serio da dire.

La Playlist di Natale di Mr White

Che vi devo dire? A me il Natale piace. Questa cosa di sentirsi più buoni a tempo determinato, di dover pensare a zia Marisa che tutti gli anni vi propina il maglione acrilico con la fantasia del momento (l’anno scorso furono le ranocchie, quest’anno a occhio saranno gufi) e cercare un regalo anche per gente a cui normalmente sfasceresti un cric in faccia… ecco, mi piace. Mi piacciono anche quelle

Grimm chi?

Sapete tutto delle fiabe, vero? Siete cresciuti con Disney, che diamine! Forse allora dovreste rimettere in discussione qualcosina. Vi citerò ancora una volta – ormai lo sanno tutti – il fatto che nel ben più antico racconto di Basile in realtà Zezolla, quella che noi conosciamo come Cenerentola, ammazza l’orribile matrigna… siete ancora sicuri sicuri sicuri? Va bene, allora io ve lo dico: sono uscite le favole dei fratelli Grimm

Non rubateci le armi del mestiere, intervista a Livio Bordone

Forse avete letto qualcosa sulle armi di scena.Ma per comprendere meglio quello che sta succedendo e che ripercussioni potrebbe avere sulla produzione cinematografica italiana, abbiamo intervistato Livio Bordone, regista e ideatore del video Non rubateci le armi del mestiere.   Quale era la situazione legislativa in Italia e come è cambiata in merito alle armi di scena? Guarda in realtà il decreto in questione è vecchio, nei giorni scorsi è però scaduta la

La canzone della cometa

Quest’anno difficilmente avete ascoltato o ascolterete qualcosa di più emozionante di questo minuto e mezzo di musica. Non è forse un tipo melodico a cui siamo abituati, ed è molto diverso dal suono e silenzio nello spazio di cui abbiamo parlato con Interstellar, ma è una scoperta entusiasmante: è una registrazione dei suoni che la Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko emette, in forma di oscillazioni del campo magnetico. Si può sentire tra i

Captain America: The Winter Soldier

È da poco uscito il dvd e quindi è venuto per me il momento di vedere Captain America: The Winter Soldier. Del resto già lo sai che sono il tipo che ama stare nella sua poltrona, davanti al suo schermo, con la possibilità di bloccare il tutto. E quindi, dicevamo, supereroi, botte da orbi, salvataggio del mondo eccetera eccetera, giusti giusti in 12 cm di disco. Stai lì e siccome

Roy Kafri - Mayokero, il video che porta in vita le cover dei vinili

Viene da due creativi israeliani Mayokero, un video beatbox affatto particolare: porta infatti in vita le copertine di vecchi album, vere e proprie icone della storia musicale. Ci sono tutti: Prince, gli ABBA, Bowie, The Velved Underground… la lista è lunga ed è un piacere scoprirli in movimento, animati in maniera tecnicamente ineccepibile. I due artisti, Roy Kafri e Vania Heymann, hanno detto che il video è fatto “con amore

Gli effetti di Gomorra - la serie sulla gente, il genio dei Jackal

Io di pregiudizi ne ho. Tanti. Quando si propone un film o una serie prodotta e pensata in Italia mi viene subito da pensare che sia una porcheria, del genere volgare o del genere pippone di trentenni in crisi adolescenziale. Sono rari i prodotti video italiani contemporanei per cui provo sincera stima. Fatta la premessa, ci sono anche piccole realtà che seguo, anche se finora hanno tirato fuori solo piccole