Assassin’s Creed Rogue

Assassin's Creed Rogue

Assassin's_Creed_Rogue_-_Cover_ArtAssassin’s Creed Rogue, sviluppato da Ubisoft Sofia per Ubisoft, è il settimo capitolo della saga di Assassin’s Creed. Rilasciato per PS3 e Xbox 360 l’11/11/2014 (in alternativa a Unity che si rivolge a PS4 e Xbox One), Rogue è il seguito del contestato Black Flag e si svolge durante la guerra dei sette anni, in America del Nord.

La storia è stata scritta da Richard Farrese, già autore di AC: Revelations e AC III ed è l’ultimo capitolo della saga a essere sviluppato per console old-gen. La versione per PC verrà rilasciata a gennaio del 2015.
Rogue esce con l’incarico di risollevare la saga di Assassin’s Creed, le cui ultime trame non sono mai nemmeno riuscite a eguagliare l’epicità di AC: Brotherhood nel cuore della congrega degli Assassini.

L’hint fornito da Ubisoft per Rogue è chiaro: questi Assassini un tempo erano fratelli di Shay, ora sono i suoi bersagli. Shay Patrick Cormac, l’assassino, diventa un templare.

Il gioco si svolge in una mappa suddivisa in tre settori con alcuni luoghi già visti in AC: III: New York (prima, però, del grande incendio del 1776), River Valley, che ricorda la frontiera americana già vista in quel capitolo, fino ad arrivare alla navigabilità simile a Black Flag, che si svolge nell’Oceano Atlantico del Nord.
Come in quest’ultimo il giocatore può usare una nave, che in questo capitolo si chiama Morrigan, equipaggiata con le migliori armi dell’epoca per condurre le proprie battaglie in mare e attaccare i forti navali; la differenza è che in Rogue è possibile anche subire gli abbordaggi da parte delle navi nemiche.

the-morrigan-ac-rogueI potenziamenti per la Morrigan sono in parte simili a quelli già presenti in Black Flag, più altre nuove armi ed equipaggiamenti che renderanno gli espisodi delle battaglie navali incredibilmente efficaci.
Alcune missioni secondarie hanno lo scopo di diversificare il gioco, sono quasi tutte inerenti la guerra dei sette anni: oggetti da ritrovare, battaglie, sfide di caccia, giochi e trucchi, arruolamenti nelle taverne e intercettazioni degli assassini.

Per ricondurre la trama ai fasti delle precedenti storie, in Rogue ritroviamo parte del sistema economico tanto caro ai giocatori di AC: II, Brotherhood e Revelations, possiamo quindi acquistare, restaurare, modificare gli edifici delle città e guadagnare denaro utile per potenziare la Morrigan ed affrontare le difficoltose battaglie in mare.
Alcuni particolari sono stati ripresi anche dai capitoli precedenti, ad esempio i bisbigli e la bussola, caratteristiche che ritroviamo durante la modalità dell’occhio dell’aquila.
Ritornano anche i frutti dell’eden di Altair.

La storia inizia con un giovane Shay che si è unito da poco alla confraternita degli assassini guidata da Achille Davenport in America grazie al suo amico Liam.
Shay sottrae la Morrigan durante l’attacco di un gruppo di inglesi condotto contro l’assassino Louis Joseph Chevalier de La Vérendrye nel 1752. Questa azione consentirà a Shay di mettersi in luce per le sue abilità e di essere elevato di rango. Successivamente Shay inizia il suo allenamento in varie tecniche insieme ai suoi superiori Kesegowasee, Hope e l’inseparabile amico Liam.

Durante questo periodo il vecchio assassino Adéwalé fa visita ad Achille Davenport per riportare uno strano accadimento occorso durante una missione disastrosa; Shay e Liam partono quindi per ritrovare un manoscritto e una strana scatola che si trova in possesso dell’ordine dei templari.
Successivamente ad una serie di avventure e missioni, dove ritroviamo anche Benjamin Franklin e le sue invenzioni, Shay diventa prima un semplice mercenario assoldato dall’ordine dei templari e poi un membro effettivo dei Cavalieri del Tempio nominato dal Gran Maestro Haytham Kenway, il padre di Connor Kenway di Black Flag.
La prima missione di Shay come cavaliere templare è quella di assassinare Adéwalé, il vecchio assassino amico del suo mentore Achille.

Le impressioni sulla giocabilità di Rogue non sono entusiasmanti.
Nonostante il netto miglioramento sull’usabilità durante i combattimenti navali, il gioco avanza a scatti. L’aggiunta massiva di particolari da una parte rende meglio trama e scenografia, mentre dall’altra rallenta il gioco.
C’è una linea di pensiero fra i fan che indicano come “voluta” questa caratteristica, per invogliare i possessori di console old-gen all’acquisto dei nuovi prodotti Sony e Microsoft.
Nel complesso AC Rogue, nonostante gli sforzi, non riesce a regalare molte nuove emozioni agli appassionati della saga.

sept14_hub-acunityrogqkd5i

Posted in

Selene Dall'Olio

Mamma, moglie, astrofila a tempo perso. Sono nata a Bologna in un giorno di ferragosto di alcuni anni fa e sono residente ai confini della capitale, dove sopravvivo mangiando cacio & pepe e guardando il cielo. Spendo il mio tempo libero divulgando scienza sotto forma di astronomia ed ascoltando i Muse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *