2013

Wolverine: l'immortale

A volte tu mangi l’ orso e a volte l’orso mangia te. James Logan, presenza barbuta e capelluta che si aggira tra i boschi innevati del Canada per dimenticare eventi passati dolorosi e la sua sovrannaturale diversità dal resto del mondo, all’orso – quello vero, ferito a morte da un gruppo di balordi – concede una fine dignitosa, ponendo fine a un’atroce agonia. Gli altri orsi, quelli con fattezze “umane”,

Finché Zombie non ci separi...

…ossia come sopravvivere ad un’apocalisse zombie e salvare il matrimonio! Da qualche tempo si è assistito alla crescita di un genere letterario che va sotto il nome di Urban Fantasy, un sottogenere del fantasy che possiede legami con il fantasy contemporaneo. Da quest’ultimo si differenzia poiché lo urban fantasy non ha limitazioni temporali (infatti non necessariamente è ambientato nei tempi moderni), bensì spaziali. Infatti è un genere in cui l’elemento

INTO DARKNESS Star Trek

Se c’è una cosa che nell’ultimo decennio cinema e televisione ci hanno insegnato è che tutti hanno un passato. E che tale passato, in tempi di carestia creativa, prima o poi, sarà (ri)portato alla luce. Lo sa bene, molto bene, J.J. Abrams, che di fictional pasts, remoti o prossimi, è forse il massimo esperto mondiale – chiunque sia salito sulla montagna russa di rivelazioni incrociate di Alias o abbia tentato

Il Grande Gatsby: aridatece Patsy Kensit!

Aridatece Patsy Kensit! E Robert Redford il bello, Mia Farrow, la malinconica infedele, traditrice fino in fondo, e poi la sensuale e seduttiva Karen Black, il folle e sudaticcio Bruce Dern, Scott Wilson e il narratore interno Sam Waterston, il futuro Vice procuratore Jack McCoy di tanti episodi di Law & Order. Continuano a scrivere che non bisogna confrontare, che La grande bellezza non è La dolce vita e che,

La Grande Bellezza

La storia Jep Gambardella (Toni Servillo) si aggira per la Roma dei salotti e delle feste notturne. Giornalista di costume e spettacolo, è implacabile osservatore e non risparmia i suoi feroci commenti. Qualcosa cambia quando viene a sapere della morte della sua fidanzatina, forse l’unica donna che abbia mai amato davvero. Ma l’incrinatura nella sua routine dura poco, e presto Roma e il baraccone di umanità varia che ne anima

Ecco le cinquine dei Nastri d'Argento 2013

Testa a testa Sorrentino-Tornatore nelle candidature 2013 Premi al MAXXI per Io e te di Bertolucci, “Film dell’anno” I premi speciali:  alla carriera a Roberto Herlitzka, a Margaret Mazzantini e Sergio Castellitto per Venuto al mondo. E un Nastro “straordinario” -come le sue performance 2012-2013 – a Toni Servillo. Quattro giovanissimi per il “Biraghi” Per sostenere il cinema italiano cancellate quest’anno le categorie internazionali   Roma, 30 Maggio- Testa a testa tra Paolo Sorrentino con La grande bellezza e Giuseppe Tornatore con La migliore offerta (ben nove candidature

Non fidarti della str*** dell’interno 23

Siamo a New York (e dove sennò), la città dove tutto è possibile, la città delle grandi opportunità. Le dita scorrono sul citofono di un palazzo per poi fermarsi sul campanello dell’interno 23. Una bella citofonata e, chi sarà? È June (Dreama Walker), una ragazza dolce e ingenua, ma davvero troppo dolce e ingenua, una vera sognatrice, che è arrivata dalla provincia per lavoro. Il suo piccolo mondo incantato si

NO, i giorni dell'arcobaleno

Attenzione: non contiene spoiler ma opinioni strettamente personali legate all’attualità italiana. Esce oggi al cinema il film No, i giorni dell’arcobaleno. Un film fuori dagli schemi, che ripercorre la nascita del movimento del NO per il referendum indetto da Pinochet (obbligato dalla comunità internazionale, imbarazzata dall’aver a che fare con un dittatore dichiarato) per continuare a dirigere il paese per altri 8 anni. Era il 1988, il Cile era terrorizzato

Saul Bass

Google dedica oggi il suo Doodle a Saul Bass, nato oggi nel 1920. Di seguito la gallery con i poster che ha realizzato per il cinema, nati dagli indimenticabili sodalizi con la migliore classe del cinema internazionale: da Alfred Hitchcock a Martin Scorsese, da Billy wilder a Otto Preminger, passando per Kubrick e Aldrich.  

Miele

Chiariamo subito: non è che mi aspettassi grandi cose da Valeria Golino. È una brava attrice, certo, riuscita nella magica impresa di andare contro la natura che l’ha dotata di una voce insopportabile al grande schermo, diventando anzi una delle attrici “internazionali” più famose dello stivalone nazionale. La storia con Scamarcio, bé, quella storia mi ha sempre fatto pensare. Si è autoproclamata MILF nazionale mettendosi con uno così giovane, con