2013

Aspettando Sanremo 2014

In questi giorni sono usciti i primi nomi che dovrebbero partecipare al prossimo Festival Della Canzone Italiana di Sanremo, condotto anche stavolta da Fabio Fazio con la mitica Luciana Littizzetto come elemento accompagnatore/disturbatore, e si fanno i nomi di Alice, Alex Britti & Bianca Atzei, Annalisa, Arisa, Dolcenera, Giusy Ferreri, il trio inedito formato da Daniele Silvestri + Niccolò Fabi + Max Gazzè, Frankie Hi-NRG, Rapahel Gualazzi, Il Cile, Antonio

Julie London, la donna col sesso nella voce

Per colpa di una strana e fortuita combinazione, un’etichetta europea che si occupa di jazz e musica vintage – la Real Gone – ha messo a disposizione, in due cofanetti da quattro CD ciascuno e a un prezzo ridicolo, i primi sedici album di quest’artista (che da noi non ha mai avuto un grosso seguito se non tra gli appassionati di buona musica): stiamo parlando di Julie London, al secolo

Blue Jasmine di Woody Allen

C’era una volta Jasmine (precedentemente nota come Jeanette). Una ricchissima borghese di Park Avenue, divisa tra l’organizzazione di un evento di beneficenza, un cocktail nella casa degli Hamptons, sedute di shopping, e la venerazione per un marito-genio della finanza (Alec Baldwin), che le ha dato tutto ciò che desiderava. Compresa l’illusione di un futuro roseo, distrutto da una truffa e da una catena di (im)previste azioni e reazioni. C’era una

Festival Internazionale del Film di Roma

Giochi di parole (FIDFDR?) È appena finito il Festival Internazionale del Film di Roma, e già la manifestazione vede una “Spada di Damocle” dondolare sulla propria testa: la possibilità che il neologismo, coniato dal suo direttore Marco Müller, FestAval, possa vedere la luce l’anno prossimo. Un flagello di nomi e aggettivi (l’acronimo? FIDFDR o FIFR…) per qualunque grafico, ufficio stampa, pubblicitario ed enigmista che si rispetti. Ma, in fondo, questa del

Sole a Catinelle

L’ottimismo è il sale della vita, diceva qualcuno. In tempi di asprezza e ristrettezze, l’ottimismo diventa il mantra che salva la vita. O almeno salva quella di chi lo ripete tutte le mattine. Come Checco (Checco Zalone), portiere d’albergo riciclatosi in “imprenditore” (leggi: venditore) ramo pulizia della casa (leggi: aspirapolveri), che sfida la crisi a colpa di buonumore, positività e desideri da soddisfare, anche quando il castello di carte gli

Michael Bublè, annunciato nuovo tour in Italia

“Sono molto entusiasta di tornare on the road e di esibirmi per i miei fans. È passato un po’ di tempo ma adesso siamo riposati e pronti per fare una grande festa sul palco ogni sera”. Michael Bublé Torna in Italia il nostro connazionale (ha doppia cittadinanza) canadese Michael Bublé, il ragazzone che in tempi non sospetti è riuscito a riportare in auge la figura del crooner cui tanto aveva

Love, Marilyn - I diari segreti

  “Gli antichi greci avevano Edipo, noi abbiamo Marilyn”. Cosa si può ancora raccontare di Marilyn Monroe che non sia già stato scritto, rivelato, scoperto, illustrato, dipinto, cantato e incarnato sul grande schermo? A cinquant’anni dalla morte della diva delle dive, la documentarista Liz Garbus mette le mani su una presunta miniera d’oro, lettere agli amici più cari, poesie e appunti personali della Monroe, ritrovati in scatoloni a casa di

Bling Ring

A Sofia Coppola è sempre piaciuto raccontare il mondo dell’adolescenza, da Il giardino delle vergini suicide a Somewhere, intrufolandosi nei meandri di solitudini e umori da angolazioni insolite. Con Bling Ring le intenzioni – almeno in apparenza – sono le stesse. Abbiamo una storia vera, già raccontata in un articolo di Vanity Fair, The Suspects Wore Louboutins, della giornalista Nancy Jo Sales, quella di un gruppo di teenager di Calabasas, città

"Sister Morphine" e la storia di Marianne Faithfull e dei Rolling Stones

Forse non tutti sanno che un bel po di tempo fa ho fatto delle ospitate in radio portando una playlist di canzoni abbastanza particolari. Quasi ogni volta che passavo “Sister Morphine” di Marianne Faithfull inevitabilmente qualcuno diceva: “Ma ha fatto la cover dei Rolling Stones, non è vero?”. Poi la sentivano e ci rimanevano male perché spiegavo che lei, la famosa canzone l’ha cantata per prima… eh sì, proprio così!

La Notte del Giudizio

Liberate la bestia e sfogatevi nelle strade. Nel non troppo lontano 2022 gli Stati Uniti d’America, grazie al “supremo” intervento di misteriosi e riveriti Nuovi Padri Fondatori, appaiono come un soleggiato e rigoglioso giardino dell’Eden in cui sofferenza, criminalità e disoccupazione sono solo l’eco di un brutto ricordo. Grazie allo Sfogo, quell’unica notte dell’anno in cui la legge consente a tutti di sfogare liberamente gli istinti più bassi, di generare